‘Anche il venditore può rivolgersi al notaio per chiarire i dubbi legati alla compravendita’

La compravendita di beni immobili è un procedimento complesso, che richiede la massima attenzione anche da parte del venditore.

Gli aspetti da prendere in considerazione sono tanti, e tutti strettamente connessi tra loro: dalle verifiche sulla libertà da ipoteche, alla regolarità edilizia e urbanistica, fino alle modalità di pagamento del prezzo e alle recenti norme sulla regolarità catastale, sugli impianti e sulla certificazione energetica, senza trascurare le tasse, che in alcuni casi deve pagare anche chi vende.
Anche se normalmente è scelto dall’acquirente, che sostiene i costi dell’atto, il notaio tutela in modo imparziale entrambe le parti. Anche il venditore, quindi, può rivolgersi al notaio per chiarire eventuali dubbi legati alla compravendita.
Per particolari esigenze (legate, per esempio, alle eventuali imposte sulla plusvalenza realizzata con la vendita dell’immobile, oppure alla perdita di agevolazioni fiscali) il venditore può chiedere al notaio una consulenza specifica, a proprie spese, così come può chiedere al notaio di procurargli atti o documenti necessari per la compravendita, sostenendo il costo della ricerca.